Iniziare con Laravel, primi passi, costruire la prima applicazione

seo umbria

Un framework da conoscere per migliorare le proprie competenze

Costruire l’ambiente di lavoro

Per imparare bisogna prima o poi iniziare . Bè noi siamo fortunati perchè abbiamo iniziato a familiarizzare in MVC con un framework minore simile come CODEIGNITER a fine Ottobre 2020 e questo ci aiuta a entrare nei misteri del framework che si dichiara il più utilizzato del mondo.

Ma è difficile imparare questa tecnologia?

Come al solito dietro a ogni tecnologia c’è un mondo e per entrare subito nel vivo dell’ uso pratico possiamo avere tre approcci iniziali per far funzionare le nostre applicazioni in locale, visto che abbiamo bisogno di un web server.

Quale server scegliere?

Abbiamo la possibilità di scegliere se usare XAMPP con COMPOSER e la BASH SHELL ddi Windows/git oppure ARTISAN oppure il seistema molto più complesso ma molto più funzionale quando si lavora in TEAM del SERVER VIRTUALE supportato da VAGRANT. Essendo la questione del server non rilveante in quanto abbiamo scelto di capire i contenuti della tecnologia e non le sfumature di connessione, diciamo che escludiamo subito la terza possibilità a causa non solo della complessità delle installazioni e dei comandi annessi, ma perchè non abbiamo intenzione di mettere in piedi applicazioni enterprise e neanche impegnare troppo sistemi e memoria visto che l’ingombro in byte è rilevante!

Entrare nel vivo

Detto questo iniziamo a entrare nei primi due metodi di installazione preliminari in cui nella prima fase ci preoccuperemo di far funzionare il tutto come base e supporto logistico. Sull’ architettura MVC c’è poco da dire in quanto affrontando Codeigniter sono presenti in rete numerosi articoli anche a firma Umbriaway Consulting per entrare nella logica del flusso di lavoro. Sappiamo solo che in unico file non possiamo mettere logica e vista quindi è buona regola separare le singole funzionalità per rendere l’applicazione snella e veloce, ma anche per semplificare la stesura del codice in fase di programmazione.

Ma con Laravel posso farmi assumere alla NASA?

Va detto che LARAVEL oggi come oggi è molto richiesto nel mercato del lavoro quindi fatta la scelta iniziale che ti cambia la vita (mi occuperò di tecnologie MICROSOFT o OPENSOURCE?) questo framework fa fare un salto di qualità alle nostre applicazioni. La documentazione di Laravel all’ indirizzo https://laravel.com/ è multo succosa e nutriente e come al solito la tecnologia si impara meglio direttamente sul campo facendo e studiando la teoria con l’esperienza che si accumula costruendo applicazioni. In ogni caso sul versante PHP conoscere uno-due framework è d’obbligo.

BLADE, il TEMPLATE ENGINE di LARAVEL

Laravel utilizza un template engine per le viste che si chiama BLADE che ha tutta una serie di comandi con cui familiarizzare. Se vogliamo vedere quante cose si possono fare con LARAVEL andiamo all’ indirizzo https://madewithlaravel.com/ e qui potremmo rimanere brasati o meglio basiti.

Che editor posso usare?

C’è solo l’imbarazzo della scelta, da ATOM a VISUAL STUDIO CODE passando magari da PHP STORM a pagamento

Ma è complicato mettere in piedi una semplice applicazione responsive usando la logica MVC di LARAVEL?

No, se si inizia a farla! Possiamo per esercitarci iniziare con qualcosa di statico per capire almeno la logica di base delle singole cartelle come funziona la cucina dove fabbricare le varie ricette dando un occhiata al file system. In questo caso faremo di meglio, siccome stiamo finendo un corso di studi su WORDPRESS useremo LARAVEL per mettere in piedi qualcosa che ci aiuta a capire meglio le funzioni di base da usare quando si costruiscono siti con WP con un approccio bottom-up ossia partendo direttamente dal core.

Installare GIT/BASH

Per la comoda shell di comando andare su https://git-scm.com/ e scaricare la finestra terminale da possiamo inviare comandi da riga di comando

Installare Composer

Compose è l’equivalente di NPM per NODE, ossia è il manager che installa i pacchetti. Lo possiamo fare da https://getcomposer.org/download/ . Quando diciamo che installa i pacchetti diciamo anche implicitamente che installa il framework LARAVEL inteso come gruppo di file e cartelle e di funzionalità all’ interno della nostra directory predefinita

Installare XAMMP

Possiamo scaricare il nostro server locale da https://www.apachefriends.org/it/download.html

Ok ma se ho installato tutto questo e poi non mi funziona?

Niente paura vai su quick installer all’ indirizzo https://laravel.com/docs/8.x/installation e trovi anche i comandi per l’installazione via composer, in particolare :

composer create-project laravel/laravel example-app

che crea la cartella progetto con all’ interno Laravel


cd example-app

dove ci spostiamo dentro la cartella di lavoro


php artisan serve

che lancia il server per visualizzare il nostro progetto se non vogliamo utilizzare XAMPP!

Siamo già sulla buona strada, adesso tutto è pronto per iniziare! In uno dei prossimi articoli inizieremo a entrare nel vivo della strategia che anima questo nuovo progetto!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...