Web marketing Umbria e il gestore di librerie di NODE: facciamo la conoscenza con NPM ma anche con i sacrifici di qualità di Karpov!

web marketing umbria

web marketing UmbriaPrima di parlare di NPM come prassi voluta da Umbriaway Consulting per seguire le sue strategie digitali dobbiamo parlare di una partita di scacchi famosa per la storia dei tornei agonistici e ci riferiamo alla game presente all’ indirizzo http://www.chessgames.com/perl/chessgame?gid=1068373 dove il bianco che é Karpov alla mossa 18 gioca una sconcertante Td5 che lascia Sax bramoso di ingordigia. Non c’è nessun motivo per non accettare il sacrificio di qualità anche se il bianco ottiene un forte attacco dal momento che al re nero é esclusa la possibilità di arroccare corto a causa di una torre che stazione su casa f8. La partita giocata a Linares nel 1983 e che scaturisce da una B81, da una difesa siciliana, procede a senso unico per il bianco che snida il re avversario fino a lidi poco rassicuranti. Questa caccia al re é considerata un classico per gli agonisti che aspirano a migliorare le proprie abilità in fase di attacco, conclude il suo intermezzo o polpettone preliminare web marketing Umbria con gli scacchi per tornare a parlare del manager dei pacchetti js per node. NPM il gestore manager di NODE é il più largo ecosistema open source che rende fruibile una innumerevole quantità di pacchetti e di librerie da installare per le nostre applicazioni, Il sito di riferimento é https://www.npmjs.com . Quando si installa node in automatico NPM é già incluso. digitando il comando npm -v analogamente a quanto fatto nelle sessioni precedenti con node per individuare la versione possiamo estrapolare per l’appunto il valore dell’ ultima release. Ora all’ interno dei nostri progetti possiamo creare un file json con il comando npm init dove andremo a specificare una serie di informazioni correlate, dal nome, piuttosto che al server e alle dipendenze. Le dipendenze come concetto sono proprio una caratteristica di NPM in quanto quando andremo a installare un pacchetto per noi utile alle nostre APP in automatico verrà inscritto sul file json creato di nome package anche il nome del pacchetto installato. Prendiamo il caso che vogliamo installare un pacchetto che ci crea dipendenza con un gestore di Ajax quindi un meccanismo xmlhttprequest: questo pacchetto si chiama axios e per installarlo da bash bisogna digitare il comando all’ interno della cartella di lavoro (questo é importante) npm install axios aggiungendo anche l’opzione di salvataggio –save. In questo modo oltre ad aggiornare il mio file JSON avrò anche creato in automatico all’ interno dei miei progetti una cartella di nome node_modules che conterrà al suo interno tutte le singole librerie di interesse, come axios per la gestione delle chiamate asincrone. A questo punto con web marketing Umbria non ci resta che fare un altro piccolo passo avanti e cioé quello di capire come risolvere il problema degli aggiornamenti automatici dal momento che come ricorderemo dall’ introduzione piuttosto da un primo overview e dai successivi approfondimenti sull’ inclusione di librerie esterne per vedere gli effetti dei miei lavori dovevo lanciare il comando node nomedelfile ogni volta dopo le singole modifiche sul file sorgente a livello di codice, cosa profondamente fastidiosa. Approfondiamo quindi con web marketing Umbria questa tematica. Come si fa il REFRESH AUTOMATICO DELLE NS APPLICAZIONI NODE? Possiamo automatizzare e semplificare questo processo? Con clean posso cancellare la mia bash dopo averla portata alla root sopra la cartella di lavoro. La libreria scaricabile all’ indirizzo https://nodemon.io si chiama per l’appunto NODEMON reload, automatically e ovviamente si può anche trovare sul sito NPM https://www.npmjs.com/search?q=nodemon ; Il comando per installare il pacchetto lo si trova anche sulla manualistica del sito ed é npm install -g nodemon ; -g sta per global quindi installazione globale disponibile sempre ovunque non solo per quella cartella! A questo punto se mi mettessi a modificare il mio file app.js da bash o terminale ho ancora un’ altra opzione per vedere a video gli effetti output: oltre a node ho anche a disposizione nodemon seguito dal nome del file. Una volta lanciato e dopo aver effettuato ulteriori modifiche al file sorgente vedrò che la mia finestra sulla destra sarà sempre in movimento con la nuova visualizzazione di rendering in uscita. Fantastico no? Ovviamente posso ritornare a node quando voglio ma certo é che questo portentoso ritrovato male non fa per le nostra conoscenza graduale di node!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...